top of page
  • Immagine del redattore4RCH

Come disporre le piante in casa

Aggiornamento: 11 gen


ragazza che fa giardinaggio

Che tu abbia delle piccole piante in vaso o piccoli alberi, avere delle piante in casa è un po’ come avere un giardino zen: permette di prendersi del tempo per se stessi dedicandosi alla loro cura .

Con l'aiuto di un nostro vivaista di fiducia e la nostra esperienza, andremo a rappresentare un quadro quanto più dettagliato possibile di come potrai arredare casa con il verde.


Indice

Piante: Banano - Aloe vera - Kenzia


 

I benefici delle piante in una casa

Un primo ragionamento da fare riguarderebbe sicuramente il nostro immobile, da quanti ambienti è composto e come è strutturato dimensionalmente.

Questo perché fattori come l'esposizione e le dimensioni dei nostri ambienti ci saranno di molto aiuto nella scelta delle specie arboree più adeguate.

In ambienti piccoli, potremo immaginare degli effetti spot, magari sfruttando le altezze, così da non intralciare gli spostamenti.

Mentre in ambienti ampi e dilatati ottimo sarebbe creare degli effetti scenografici, magari partendo da delle piante più alte e man mano andare a scendere.

Scopriremo come specie facili da coltivare, possano avere proprietà estremamente funzionali, come :

- eliminare alcune sostanze potenzialmente dannose presenti nell' area

- ossigenare l'aria, purificandola e allontanando insetti come le zanzare


Come disporre le piante in casa

Dall'ingresso al soggiorno, dalla camera da letto al bagno, non dimenticando i terrazzi, ogni ambiente può essere caratterizzato da un progetto arboreo. Sia che tu voglia pensare ad un effetto giungla, o ad un intervento minimal , di seguito vedremo come disporre le piante in casa.


L’ingresso, la welcome area

piante nell'ingresso di casa

Gli ingressi delle nostre case di solito vengono visti e concepiti come un area di stoccaggio meramente funzionale.

Il nostro parere è totalmente differente.

Anche mantenendo la pur giusta funzione di poter accogliere e raccogliere ad esempio soprabiti e scarpe, la welcome area o ingresso rappresenta la prima area che incontriamo in casa nostra, e l'ultima prima di uscire.

Pertanto ci deve trasmettere sensazioni positive!

In generale deve avere un aspetto curato e disinvolto, mai troppo formale o austero.

Di solito comunque, in virtù degli spazi da sfruttare, si potrebbe optare per vegetali che non abbiano bisogno di una grande esposizione solare, posizionabili a terra come la Zamiocucas o su un ripiano come la Sansevieria.

Pianta da ingresso
Sansevieria
PIante da ingresso
Zamiocucas











Entrambe non hanno bisogno di una grande cura, sono molto tenaci e per di più la Sansevieri a ha la capacità di depurare l'area.


Il Salotto, cuore della casa

Angolo verde in casa su scaletta
Edera, Banano, Areca, Benjamina

Il soggiorno è l'ambiente che più ci deve accogliere, rilassare e rigenerare.

Luogo per socializzare o riposare lo sguardo, si presta molto bene ad essere arredato con il verde.

Basti pensare alla possibilità in base allo spazio di predisporre delle simpatiche edere su di una parete attrezzata o fissate in vasi pensile al soffitto, piuttosto che alberelli con fusto e fronde slanciate.

Queste messe in maniera simmetriche ai lati di un divano possono creare un meraviglioso effetto scenografico.

Oppure si potrebbe prevedere un angolo fianco finestra con effetto degrade tramite la regola dei 3 livelli.

Piante che da alte tipo edere (poste a parete)diventano man mano più piccole, formando un vero e proprio giardino d'inverno dentro casa.


Infine avete mai sentito parlare del verde stabilizzato?

mobile con verde stabilizzato

Formato di solito da muschio e licheni, può essere caratterizzato anche da vere e proprie piante, che tramite la stabilizzazione possono durare nel tempo anche 10 anni.

Si tratta di una procedura green, naturale ed ecologica e prevede la sostituzione dalla linfa vegetale con una miscela al 100% biodegradabile composta da glicerina e e acqua. Il verde stabilizzato non necessita di cure, non devi bagnarlo ma dovrai tenerlo in ambienti che non superano il 70% di umidità (una normale casa rientra ampiamente in questi standard) e non devono esser colpiti da raggi di luce diretta.

Che tu lo voglia usare, dall'applicazione in quadri, all'inserimento in elementi di mobilio, fino a ricoprire intere pareti, l'effetto “wow” sarà garantito!


La cucina

spezie aromatiche in cucina

Luogo di culto della casa, la cucina si presta alla perfezione ad accogliere specie arbaree commestibili aromatiche. Sia chiaro, essendo un luogo in cui si sprigiona calore ed umidità, si dovrà prestare particolare attenzione alla loro dislocazione.

Andranno predisposte per di più lontane da quest'ultimi, magare in alto o a parete, allestendo un abaco di vasi da cui attingere nella preparazione di succulenti pietanze.


La camera da letto

La regola principale è tenerle lontane dalla zona del riposo, per garantire un ambiente quanto più salubre possibile.

Le specie migliori oltre ad alcune coreografiche, dovrebbero essere capaci di filtrre l'aria andando ad apportare un upgrade in termini appunto di salubrità.

piante in camera da letto

Quindi non posizioniamole in prossimità di comodini e testata del letto, ma piuttosto identifichiamo un angolo nei pressi di una possibile area trucco o armadi.

Confrontarsi con le dimensioni della propria camera è sempre il punto di partenza.

In una camera da letto di piccole dimensioni possiamo arredare con le piante grasse, come l’aloe vera.

In una camera da letto ampia possiamo osare anche con piante oversize, come la kenzia, il banano, andando a completare angoli vuoti.

Pianta per camera da letto
Banano
Camera da letto piccola con aloe vera
Aloe Vera











Il Bagno

piante nel bagno con cani nella vasca

Il bagno luogo umido per natura, si potrebbe pensare non idonea ad accoglie piante, ma anche qui andando ad identificare le specie giuste riusciremo a dargli un tocco di verde.

Infatti specie come la Felce o le Orchide partono estremamente favorite per la loro capacità di vivere bene negli ambienti umidi assorbendone quella in eccesso, e ostacolando cosi il formarsi di muffe, cattivi odori e batteri.



Il Terrazzo, la più probabile delle oasi di verde

Arredare il balcone con piante è una soluzione quasi naturale.

Chi non vorrebbe poter camminare su un bel pavimento in legno tipo teak a pieni nudi contornato da bei fiori o piante da frutto?

le piante in terrazzo

Ovviamente svariate sono le possibilità di arredare un balcone o terrazzo con il verde.

Dal pensare di creare un piccolo orto, al realizzare grate sul muro a cui far poggiare piante rampicanti o scaffalature con vasi da arredare con piante grasse che resistono al freddo come cactus, agave o aloe per non spostarle in inverno e avere un balcone verde tutto l’anno.

Consigliamo di disporre queste dopo aver determinato le zone funzionali, come le sedute o eventuali aree per la cottura del cibo, ed usandole anche come schermatura da occhi indiscreti, per una maggiore privacy.


17 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page