top of page
  • Immagine del redattore4RCH

Il ritorno delle Boiserie!

Aggiornamento: 20 gen

Tipologie, modi di utilizzo e materiali

Boiserie Classiche o moderne?

Nell'ottica di portare avanti progetti personalizzati e su misura, ci è capitato spesso, a secondo delle prerogative del cliente, di proporre pareti o ambienti “ricoperti” o per meglio dire decorati in stile.

Tornate di scena come revival, grazie anche nuovi materiali e tecnologie, le boiserie sono capace ancora oggi di dare eleganza alle pareti senza spendere una fortuna.

Molto adatte per lo stile classico, risultano valide e attuali anche in ambienti moderni. Aiutano a decorare scandendo un ritmo fornendo una miglior percezione dello spazio.


Tipologie, classiche e moderne

Le principali tipologie, si potrebbero dividere banalmente fra classiche e moderne.


Boiserie classica
Boiserie moderna in cannettato

Le boiserie di tipo classico conservano un indubbio fascino tradizionale, spesso formate da pannellature o cornici con intarsi concavi convessi. Sono realizzate mediante tecniche che si tramandano da generazioni, donando un’atmosfera speciale agli interni, soprattutto per certi spazi abitativi come gli studi e i soggiorni.


Le boiserie moderne, non sono più considerate come semplice applicazione di pannelli in legno. Questo grazie soprattutto all'introduzione di nuovi materiali e tecnologie, che hanno consentito di sviluppare nuovi modelli di rivestimento dai semplici lisci a quelli in 3d, affiancando più materiali insieme, come nel caso dei pannelli fresati.


Formati

Come già in precedenza anticipato, si possono distinguere due tipi di formati:

Le due tipologie andrebbero valutate attentamente attraverso una analisi tempo, costi e benefici.

Ci intratterremo in questo paragrafo ad approfondire il binomio costi-benefici, in quanto i tempi di posa sono da considerare in base al progetto che si vuole realizzare.


Cornici

Le prime hanno dei costi che variano mediamente a seconda della dimensione o del decoro, dai 10 ai 30 euro per metro lineare.

Si prestano ad essere applicate direttamente ed in perfetta aderanza sia su supporti murari che sintetici (carton gesso o altro).

Questo presuppone, che quest'ultimo sia perfettamente complanare, onde evitare andamenti irregolari del listello, che non garantirebbero la posa a regola d'arte.

Posa di una boiserie

Pannello

Nella seconda tipologia i costi aumentano, mediamente dai 100 ai 400 euro per metro lineare. Molto dipende dal tipo di materiale impiegato, e anche all’interno dello stesso materiale possono esserci varianti ( ad esempio nel caso del legno dipende dal tipo di essenza che si sceglie).

Questa tipologia consiglia ma non presuppone una perfetta complanarità del supporto, in quanto andando a coprire dimensioni maggiori sarà agevolato nella posa e potrà addirittura aiutare a camuffare eventuali irregolarità dello stesso.

N.b. L'unico punto in cui si potranno vedere eventuali irregolarità del supporto su cui è applicato, sarà ad altezza di circa 1 metro da terra, laddove la boiserie sarà solo bassa. Dovrà essere bravura del posatore calcolare e predisporre l'elemento di chiusura superiore (corrimano) in maniera tale da ridurre al minimo questo difetto.

In questo caso, la tecnologia ha sviluppato varianti moderne molto interessanti, come ad esempio i pannelli fresati, in essenze di legno o laccati, dai motivi semplici a quelli più particolari, che permettono di dare un vero e proprio tocco di originalità al proprio progetto d'interni.

E' da notare, che la stima dei costi , è stata improntata considerando l'andamento di un decoro o pannello ad una altezza di circa 1 metro da terra.

Questa opzione progettuale da cui potremmo partire è quella molto british, ma non è l'unica.

Il progetto potrà prevedere infatti la predisposizioni di boiserie su più ordini visivi, che noi identificheremo in 3.

Da utilizzare a seconda delle dinamiche progettuali, e dell'effetto visivo che si vuole dare allo spazio, queste saranno identificate in :


Schema di posa di una boiserie
Ordine Basso - Ordine Basso e Alto - Ordine a tutt'altezza

La boiserie di 1° ordine bassa

E' la più comune e se vogliamo anche quella più "British".

Questa , usata di solito per tutto il perimetro della stanza, ci aiuterà ad arricchire le pareti, andandole ad incorniciare nella parte alta.

Le varianti possono prevedere trattamenti cromatici diversi fra la parte bassa ed alta

oppure no.

Di solito per rimarcare la linea dell'ambiente, si può pensare ad un trattamento scuro in corrispondenza della parete dove viene collocata la boiserie, (inglobando anche eventuali porte o cornici marca vano), e chiaro nella parte alta corrispondente alla parete libera.

Nulla vieta di poter fare viceversa :-) .


La boiserie di 2° ordine bassa e alta

Se la prima, poteva seguire una modularità tale da poter suddividere la parte in spartiti uguali, questa andrà cablata in base alle interferenze progettuali che decidiamo di incontrare. Parliamo ad esempio di eventuali quadri, applique o porte.

Questa si adatta bene a spazi alti, superiori ai 2.70 ml, in quanto una quota inferiore rischierebbe di creare una percezione dell'ambiente schiacciata ed angusta.

Qui si potrà giocare sia con i colori che con i rivestimenti, ipotizzando ad esempio l'inserimento di carte da parati all'interno dei riquadri.


Questa soluzione impreziosisce lo spazio, ed è adatta a chi ambisce ad una ambientazione più borghese ed elegante.

Tra le interferenze progettuali da tenere in considerazione avevamo accennato alle porte. Ebbene, potrebbero far parte del progetto, senza rappresentare un punto di discontinuità nel disegno delle pareti.

Infatti ipotizzando delle porte filo muro, e predisponendo preventivamente in maniera corretta sia gli spartiti dei pannelli/cornici delle boiserie, ed i sensi di apertura, potremmo arrivare a nascondere quasi completamente le porte, creando così un “effetto wow”, come se queste fossero segrete!

La boiserie di 3° ordine a tutt'altezza

Anche questa può essere intesa mediante cornici o pannelli.

Molto bella, elegante ed espressiva è l’utilizzo tramite pannellature. Usate spesso in chiave moderna, possono essere formate da semplici pannelli in essenza di legno o laminato, oppure da modelli 3d, come i pannelli fresati.

Inevitabilmente i costi aumentano (e saranno espressi sotto la voce metri quadri), ma l’effetto scenico sarà direttamente proporzionale all’investimento fatto.


Materiali e Aziende

Come anticipato, la boiserie ha origini antichissime, e la sua evoluzione segue di pari passo gli sviluppi tecnologici nel corso dei secoli.

Oggi in commercio ne troviamo di diversi materiali, che presentato vantaggi e svantaggi.

Questi sono in :


Profili in Polimero

Potremmo dire che sono quelli che oggi vanno per la maggiore, in quanto presentano una serie di vantaggi esclusivi come:

  • Sono molto resistenti agli urti

  • Sono Verniciabili

  • Sono modellabili

  • Sono resistenti alle termiti

L'unico svantaggio è il relativo al costo generalmente sopra la media ed una manodopera specializzata.


Profili in Legno

Probabilmente i primi ad essere utilizzati, rappresentano un buon compromesso in termini costi benefici.

Nel caso si voglia una superficie dei profili perfettamente liscia, il nostro consiglio è di non acquistare il materiale grezzo, ma bensì un modello già passato di fondo, così che le successive operazione di tinteggiatura risultino agevolate.

I principali vantaggi/svantaggi sono:

  • Costo medio

  • Mediamente resistenti agli urti

  • Facili da lavorare

  • Potrebbero presentare problemi di termiti

  • Non sono modellabili

Profili in Polistirolo

Tipologia molto economica e poco resistente, si presta principalmente ad essere utilizzata come decorazione a soffitto.

Profili in Gesso

Ormai quasi scomparsi dal mercato, ci è capitato raramente di usarli.

La tipologia è molto delicata, specialmente nel ottica di creare dei quadrotti con angoli a 90° potrebbero essere di difficile lavorazione.

Sinceramente non ci sentiamo di consigliarli!


Per concludere, la scelta dipenderà molto dal vostro potere di acquisto, e dal tipo di design che cercate.

Personalmente il nostro studio utilizza sempre prodotti in legno o a base di polimeri, in quanto per caratteristiche come detto, sono meno delicati e facili da lavorare.


Le principali aziende che ci sentiamo di suggerirvi sono:





54 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Komentarai


bottom of page